La vita quotidiana si regge su equilibri e su rodate routine. Come funamboli camminiamo sempre in bilico tra il tempo, che non basta mai, e diverse incombenze, che ci risucchiano. Non c'è da stupirsi se temi che fino all'altro ieri risultavano primeggiare nella nostra scala dei valori, oggi ci risultino discorsi d'appendice. E tante volte questo accade senza che ce ne rendiamo nemmeno conto. Quando poi possiamo fermarci e riflettere su come stiamo trascorrendo le nostre giornate, tante volte siamo preda di improduttivi sensi di colpa.

Tutti amiamo la natura, amiamo la montagna o il mare, ruscelli e laghi. Tutti ci sentiamo profondamente interpellati interiormente da una maggiore attenzione etica ai temi della salvaguardia del nostro bel pianeta. Non tutti siamo chiamati ad approntare un percorso d'attivismo ecologista, ma sicuramente tutti possiamo correggere piccole cattive abitudini che, sommate tra di loro, creano una vera forza devastante la natura. Lo dobbiamo ai nostri figli e alle future generazioni.

 

 

Correggere una routine non è facile! Non lo è proprio. Molto difficilmente a noi, così rovinati dalla cultura dell'efficienza e del produrre senza posa, potranno sortire effetto quei discorsi di coscienza ecologica che fino a qualche anno fa ci scaldavano e animavano. Purtroppo, e va sottolineato mille volte questo purtroppo, sortirà più effetto un discorso di risparmio economico. Vedrai che in questo modo ti risulterà molto più semplice correggere le cattive abitudini che stanno devastando il nostro pianeta. Basterà guardare la bolletta.

 

Ecco quindi alcuni pratici consigli che ti faranno risparmiare il consumo dell'acqua, producendo il doppio effetto di farti risparmiare soldi e far del bene alla natura!

 

Applica un riduttore di flusso ai rubinetti. Ti farà risparmiare il 30% dell'acqua mantenendo la stessa pressione (questo attraverso la miscela con l'aria).

 

Usa l'acqua del rubinetto solo per il tempo effettivamente necessario: quando vi radete, vi lavate i denti o fate la doccia, non serve lasciar scorrere inutilmente l'acqua.

 

Preferite, quando possibile, la doccia alla vasca: il consumo dell'acqua è quattro volte inferiore.

 

Preferite, per il wc, uno scarico differenziato a doppio pulsante.

 

Scegliete elettrodomestici in grado che non sprecano acqua (classe A+ o superiore).

 

Ogni tanto spegnete tutti i rubinetti: nel caso il contatore continui a girare, molto probabilmente state subendo un'ingente perdita d'acqua.

 

Fate riparare i rubinetti con le perdite: un rubinetto che perde una goccia al secondo, vi farà sprecare all'incirca 5000 l d'acqua l'anno.

 

Detto questo, il buon senso vi aiuterà a correggere queste cattive abitudini che tutti, vuoi o non vuoi, per routine abbiamo assunto. Ne guadagnerete voi, ne guadagneranno i vostri figli!