In passato, la pratica idroterapica originale per riscaldare l’ambiente consisteva nel gettare acqua su pietre roventi, precedentemente riscaldate sul fuoco: questo ovviamente non permetteva di indossare alcun indumento. L’evoluzione della sauna ha permesso di poter modificare le temperature della stessa, e quindi di indossare asciugamani o accappatoi appositi. Tale necessità è rafforzata dal fatto che i costumi non sono adatti per la sauna, perché costituiti da elementi potenzialmente nocivi e che potrebbero causare reazioni epidermiche.

 

L’apice del percorso evolutivo della sauna è forse rappresentato da quella a infrarossi: in questo articolo illustreremo in particolare le differenze da quella tradizionale (finlandese) e, appunto, la succitata a infrarossi.

Iniziamo col dire che possedere una sauna in casa non rappresenta più un sogno ma una reale opportunità: ti basterà dare un’occhiata al nostro catalogo per farti un’idea più precisa sui vari modelli presenti e sui loro prezzi più che abbordabili, così da capire se al caso tuo possa fare una sauna di tipo finlandese piuttosto che una a infrarossi, o viceversa.

Entrambe le tipologie di sauna hanno vari punti in comune, che rappresentano comunque le basi dalle quali si ergono i tratti specifici di ognuna.

Sono piuttosto secche (a differenza del bagno turco, che induce il 100% di umidità), e il bagno di calore è l’elemento principale che le accomuna: favorisce un logico aumento della temperatura esterna al corpo che va a condizionare quella interna in modo tale da indurre una febbre alta simulata, causando così la morte dei batteri.

Il corpo si disintossica tramite la sudorazione, mentre il relax e la conseguente riduzione dello stress fanno il paio con il sollievo da fastidiosi dolori articolari e muscolari; in particolare, i muscoli tendono ad allentarsi e decontrarsi, favorendo quindi una distensione fisica che procura evidenti benefici anche a livello mentale.

La sauna, da sola, non basta per perdere peso. Nello specifico, il dimagrimento è pressoché intangibile, in quanto si perde quasi solo acqua, il cui recupero avviene semplicemente idratandosi al termine del trattamento; per il resto vengono bruciate calorie, ma la quantità varia da persona a persona. Il metabolismo viene comunque riattivato grazie alla stimolazione vascolare, elemento questo che può favorire l’accompagnamento di un programma dietetico.

Sauna finlandese

Le temperature che si possono raggiungere all’interno di una sauna finlandese oscillano grossomodo tra i 50 e i 100 gradi, grazie alla presenza di un riscaldatore (o di una stufa) elettrico. Il calore prodotto riscalda l’aria al 100%, generando in tal modo un intenso vapore che, a sua volta, avvolge la superficie corporea. La conseguente perdita di liquidi sarà copiosa, con una percentuale di tossine espulse che oscilla tra il 3% e il 5%; il restante 95-97% è composto da acqua, a tutto vantaggio di chi soffre di ritenzione idrica.

I tempi di preparazione della sauna finlandese sono piuttosto lunghi, in quanto sono richiesti in media almeno 45 minuti per raggiungere la temperatura desiderata; trattasi quindi di un ambiente già riscaldato che attiva un’immediata sudorazione.

Il trattamento consigliato consiste in bagni di calore della durata di massimo 20 minuti, alternati a docce fredde; questi cicli allenano i vasi sanguigni, rafforzando il sistema immunitario e, più nello specifico, andando a liberare il sistema respiratorio dalle mucose. Un eventuale trattamento di aromaterapia accentuerà i benefici per le vie respiratorie.

L’utilizzo della sauna finlandese va ponderato con criterio e particolare attenzione perché i suoi consumi energetici sono elevati, considerando anche il fatto che potrebbe richiedere fino a 60 minuti per raggiungere le temperature più elevate.

Un elemento fondamentale della sauna tradizionale è la ventilazione. Di norma il calore tende a salire, ma il riciclo costante dell’aria gli conferisce un movimento rotatorio che assicura l‘omogeneità della temperatura all’interno della sauna (a differenza del bagno turco, in cui il calore tende a concentrarsi verso l‘alto).

Sauna a infrarossi

Le temperature della sauna a infrarossi sono molto più basse e sopportabili rispetto alla controparte finlandese, attestandosi tra i 40 e i 60 gradi: sarà quindi possibile fare un bagno decisamente più duraturo, anche fino a 30-35 minuti di permanenza.

In questo caso il calore riscalda per l‘80% direttamente il corpo (il restante 20% riscalda l’aria), penetrandolo tramite gli emettitori a infrarossi che devono rimanere accesi per tutta la durata del trattamento: questo significa che, a parità di temperature, il calore di profondità dell’infrasauna è più efficace del bagno di calore di quella tradizionale.

La sudorazione è assicurata (seppur meno abbondante), e si espelle un quantitativo maggiore di tossine: circa il 15-20% (il resto è acqua).

I raggi a infrarossi hanno le stesse caratteristiche dei raggi solari, con l’enorme vantaggio di non essere ultravioletti: quindi la loro azione determina solo benefici per il corpo, andando ad agire direttamente sui muscoli e le articolazioni.

La sauna a IR è molto facile da installare e usare, oltre ad essere generalmente di dimensioni ridotte, abbastanza comunque da poter essere tranquillamente montata in casa. Altro elemento cruciale a favore dell’installazione casalinga dell‘infrasauna è quello relativo al basso consumo energetico, soprattutto se lo si paragona alla sauna finlandese: mentre quest’ultima ha bisogno di tempi di riscaldamento piuttosto lunghi, quella a infrarossi può essere usata immediatamente all’accensione o, al massimo, pochi minuti dopo, in quanto non vi è la necessità di dover raggiungere temperature molto elevate per poterla utilizzare. Inoltre, essendo il consumo di corrente generalmente più basso, risulta più indicata per l’utilizzo domestico in quanto si arriva a consumare anche fino alla metà rispetto alla sauna tradizionale.

Su Bagno Italia potrai scegliere la sauna più adatta alle tue esigenze e ai tuoi gusti, e ti assicuriamo che, qualsiasi scelta farai per la tua abitazione o il tuo locale, sarai ampiamente soddisfatto.

Ogni modello di sauna presenta vari optional, quali: radio (con lettore cd, mp3, usb, sd card) con altoparlanti, cromoterapia, aromaterapia, termometro elettronico, illuminazione (interna ed esterna) e luci a led che simulano il cielo stellato, pannello di controllo, purificatore d’aria, timer regolabile, poggiatesta, e così via.

La struttura delle cabine in legno di assoluta qualità (come ad esempio l‘Hemlock canadese) e il design elegante vanno a completare un quadro cristallino da cui trasudano comfort e benessere.

Per qualsiasi domanda puoi rivolgerti al nostro centro assistenza: i nostri operatori sapranno chiarire qualsiasi tuo dubbio.