Il gres è un materiale molto usato, uno dei più diffusi per la pavimentazione sia di esterni che di interni, un materiale straordinario, resistente, versatile, il cui vantaggio principale è quello di riuscire ad imitare, con le moderne tecnologie, altri materiali quali il marmo, la pietra, e persino il legno e il metallo.

 

Grazie a questa sua grande versatilità, il gres ha rivoluzionato l’uso della ceramica in casa, entrando prepotentemente anche nell’arredo dove sostituisce altri materiali, tra cui il marmo, il rame, il legno e generando nuovi prodotti e soluzioni moderne.

Esso viene prodotto a partire da un’impasto composto da argille plastiche, materie feldspatiche e digrassanti (polvere della stessa pasta cotta, polverizzata e granulata) che viene lavorato ed essiccato attraverso la cottura ad una alta temperatura tra i 1150 e i 1250°C. Attraverso la cottura l’impasto viene ceramizzato o greificato, donando a questo materiale le caratteristiche tipiche di impermeabilità, longevità ed elasticità che gli consentono di resistere agli urti e alle variazioni brusche di temperatura.

Con le moderne tecnologie e grandi forni si ottengono, con questo procedimento, lastre di varie dimensioni e spessori che vanno dai 3 ai 20 mm.

Le sue particolari proprietà fisiche e maccaniche ne fanno un materiale davvero straordinario, che resiste al calore e alle sollecitazioni più estreme, inattaccabile dai raggi UV e dagli agenti chimici, che non scolora e non sbiadisce.

I più apprezzati vantaggi offerti dal gres sono:

  • Resistenza agli urti, all’umidità, agli sbalzi di temperatura e alle abrasioni
  • Versatilità, dovuta ad una vasta gamma di stili, finiture, formati e colori in continua crescita
  • Pulizia agevole di lastre e fughe, grazie all’assenza di porosità e alla non permeabilità che consente l’uso di detersivi anche molto aggressivi.

Grazie a queste caratteristiche naturali, il gres ha rivoluzionato il mondo dell’arredamento per interni e ha fatto il suo ingresso anche in cucina e in bagno, dove viene utilizzato per piani di mobili o mensole, vasche da bagno, piatti doccia e anche per lavabo.

Riguardo quest’ultimo, c’è però da sottolineare che l’installazione e l’uso quotidiano di un lavabo in gres porcellanato, evidenziano anche un paio di punti di debolezza, da tener presente prima di deciderne l’acquisto per il bagno di casa.

Innanzitutto hanno un processo di lavorazione più complesso della ceramica, in quanto vengono realizzati a partire dalla lastra che deve essere tagliata, forata, incollata. Queste lavorazioni ne aumentano il prezzo finale, rendendo il lavabo in gres, rispetto al suo cugino in ceramica, un po’ meno economico.

Inoltre, sempre a causa del fatto che il gres non può essere modellato, ma solo assemblato, con spigoli e angoli interni a 90° che ne rendono meno agevole la pulizia. 

Il gres rimane, tuttavia, un materiale straordinario che va incontro ai gusti e alle esigenze di molti.